Carlo ammette: non ho saputo salvare Diana

 

Emma Marrone carlo-ammette-non-ho-saputo-salvare-diana

Pubblicato il 04.02.2015 | da Redazione

0

 

Sono reali, sono famosi e sono ricchi. Pronti a mostrarsi sempre forti e sorridenti davanti al popolo, ma nel loro intimo, soffrono anche loro, ma lo sanno nascondere bene. Carlo d’Inghilterra porta ancora i segni di una scelta sbagliata, compiuta tanti anni fa.

La tragedia che ha colpito la famiglia reale nel 1997, la morte della principessa più amata nel mondo, Diana Spencer, ha sconvolto gli animi di tutte le persone che quel giorno hanno appreso la notizia. Ricordiamo le migliaia di persone che piangevano di fronte a Buckingham Palace e portavano fiori in segno di rispetto.

La famiglia reagì con dignità alla notizia, raccogliendosi a lutto e supportandosi a vicenda.
I figli della nota e amata principessa, erano poco più che ragazzi e di colpo si ritrovarono senza una figura materna a sostenerli.

Ma come reagì l’ex consorte?
Sappiamo che da tempo, il loro matrimonio era finito su tutti i giornali per la conclusione amara che ne conseguì dopo anni di litigi ed incomprensioni.
Carlo, amava davvero quella donna?

Sicuramente Carlo, aveva un amore profondo verso un’altra donna: Camilla Parker Bowles. Una donna forte, non sicuramente bella come Diana, ma che ebbe il potere di intrappolare Carlo in un amore duraturo. Un amore dal quale dovette nascondersi, un amore che dovette negare ma che senz’altro si inserì nel matrimonio tra Carlo e Diana, rimanendo una forte presenza durante gli anni.

Sappiamo che Diana lottò per il suo matrimonio e provò con tutte le forze a salvarlo nonostante le rigide etichette psicologiche e fisiche a cui la Corte la sottoponeva.

Nonostante la sfarzosa cerimonia e le più rosee previsioni, il matrimonio tra Carlo e Diana finì quando Diana se ne andò dal Palazzo Reale e rilasciò un’intervista che fece scalpore, dove confessò tutte la sua amarezza tra le lacrime e puntando il dito contro un marito che non la sosteneva e un matrimonio tutt’altro che perfetto in un mondo che non le apparteneva nonostante quello che trapelava dalle riviste patinate.
Diana era di famiglia nobile , ma di carattere umile. Era una semplice maestra che forse non era in grado di sostenere la vita di corte.

Recentemente Carlo, si è dichiarato colpevole per non aver saputo comprendere il disagio della moglie. Colpevole per averla trascinata in un mondo così diverso e di così difficile comprensione per chi arriva da fuori.
Non potrà mai sentirsi colpevole per l’incidente in sé. Lui non c’era e non poteva essere responsabile per quello che la sua ex moglie faceva o per chi frequentava.

L’unica colpa di cui sente ancora il peso, è la fine di un matrimonio che già dall’inizio, non aveva le carte in regola per funzionare. L’unica colpa che dovrà portarsi per sempre nel cuore, è di non averlo capito in tempo, impedendo a quella giovane e spensierata ragazza, di segnarsi il destino, entrando a far parte di un mondo che non solo non conosceva, ma che, forse, non l’avrebbe mai accettata come una di loro.

Tags: ,

 



Piaciuta la notizia? Facci sapere la tua opinine

 

Back to Top ↑