Kate Winslet ha vinto le sue paure e il bullismo

 

Vip img_2647552574319311.jpg

Pubblicato il 24.03.2017 | da Redazione

0

 

La protagonista di Titanic, Se mi lasci ti cancello e Revolutionary Road, Kate Winslet, ha pronunciato un bellissimo e memorabile discorso rivolto ai giovani inglesi dal palco dell’evento We Day U.K. Da giovane aveva qualche chilo di troppo e a scuola tutti la prendevano in giro, i compagni la chiudevano nell’armadio e ridevano di lei e un insegnante le disse che non avrebbe mai potuto recitare se non per fare parti da ragazza grassa. Lei si accontentava di qualsiasi parte nelle recite, per imparare e continuare a coltivare la propria passione. La sua testimonianza dimostra di come l’impegno e la costanza possano portare a grandi risultati, ma soprattutto di come non importi da dove si arriva. Si può fare qualsiasi cosa se si superano i timori, basta credere in se stessi. Nel suo intervento, infatti, ha ricordato di come sia stata presa per il ruolo da protagonista nel film Titanic per entrare con Leonardo Di Caprio nel cast di uno dei film più noti al mondo.
Ai giovani ha voluto dire che non si deve mai perdere l’autostima e si deve credere nei propri sogni e non mollare mai, senza spaventarsi di ciò che dicono o pensano gli altri. L’attrice a messo a nudo un lato meno conosciuto della sua vita per spronare i ragazzi. Le sue parole sono state molto apprezzate ma, sebbene non si conosca molto sulla sua vita scolastica e sulle vessazioni subite, non è la prima volta che parla del bullismo subito a scuola. Una delle sue vecchie insegnanti ha smentito dicendo di non sapere nulla di tali atti e Winslet a precisato che tutto si svolgeva in silenzio e che lei non ha mai denunciato quanto accaduto. Al di là degli avvenimenti e delle responsabilità il suo discorso, ancora una volta, ha fatto breccia nei destinatari. La testimonianza di Kate Winslet è un ulteriore contributo alla sensibilizzazione circa il fenomeno del bullismo.

Tags:

 



Piaciuta la notizia? Facci sapere la tua opinine

 

Back to Top ↑